Libri sulla cartomanzia: i tre titoli che non puoi non avere

Libri sulla cartomanzia: i tre titoli che non puoi non avere

cartomanzia

Molte persone si stanno cominciando ad interessare di divinazione e più in particolare di tarocchi. Dopotutto le carte appartengono tutt’altro che a una moda del nuovo millennio, ma affondano le proprie radici in un passato antichissimo: di testimonianze in questo ce ne sono a volontà e riguardano civiltà spesso molto lontane e diverse tra loro. L’idea di riuscire a capire meglio ciò che circonda, di riuscire a guardare a ciò che ci sta attorno con un’altra prospettiva, di riuscire a prevedere cosa potrebbe accadere nel futuro, sono tutte cose che hanno sempre incuriosito la mente umana, al di là delle culture e delle epoche storiche.

Ecco quindi che la cartomanzia rappresenta ancora oggi un vero e proprio fenomeno di massa; un mondo a cui milioni di persone si rivolgono quotidianamente e che coinvolge al proprio cospetto una fitta schiera di professionisti che hanno fatto dell’arte dei tarocchi un loro mestiere, oltre che una loro passione. Il fenomeno è tuttavia diventato così popolare da essere ormai accessibile a tutti grazie alla cartomanzia basso costo, soprattutto per telefono, tanto è vero che basta andare su Internet o recarsi in una qualunque libreria per trovare un qualche approfondimento sui tarocchi.

La via dei tarocchi di Alejandro Jodorowsky

Vediamo allora di conoscere qualche libro che si trova in libreria e che può aiutarci a capire meglio come funziona questa nobile disciplina. Tanto per cominciare, uno dei capisaldi del settore è “La via dei tarocchi“, un libro scritto dall’espertissimo Alejandro Jodorowsky che è edito da Feltrinelli e uscito relativamente di recente (la riedizione è stata fatta nel 2014).

“La via dei tarocchi”, pur a fronte della sua giovane età, è diventato in breve tempo una pietra miliare del settore, e lo è diventato anche e soprattutto grazie a chi lo ha scritto. L’autore, infatti, è un artista, un direttore di teatro, un romanziere e tanto altro ancora, che ha iniziato a dedicarsi allo studio dai tarocchi più di 40 anni fa.

I tarocchi sono diventati per lui uno specchio dell’anima e un vero e proprio strumento terapeutico. E in questo libro ci ha messo appunto il sapere che ha raccolto in giro per il mondo. Ne è così venuto fuori un manuale ricco di testi e di immagini, che consente al lettore di orientarsi al meglio in questo intricato mondo e di riuscire ad interpretare il proprio inconscio in perfetta autonomia.

Le prime recensioni che hanno cominciato a popolare la rete parlano chiaro: il libro di Jodorowsky è “meraviglioso” tanto da poter essere considerato “un trickster della tradizione sciamanica”. C’è anche chi si azzarda a definirlo “il miglior libero sull’argomento”, nonché “il più innovativo e serio” del settore. Insomma, per chi dovesse essere interessato ad intraprendere la strada dei tarocchi, questo manuale sarebbe un ottimo punto di partenza da cui iniziare.

L’oracolo della vera sibilla di Madame Sheyla

Molto valido, specialmente agli occhi di guarda alle sibille, più che ai tarocchi veri e propri, è “L’oracolo della vera sibilla – Corso completo di lettura delle carte“, scritto da Madame Sheyla ed edito da Hermes Edizioni.

Come si può facilmente intuire dal titolo e dalla didascalia che compare in copertina (“Manuale pratico. Consigli, metodi e tecniche”), è chiaro che questo, più che un libro da leggersi comodamente in una fredda sera d’inverno, è in realtà una vera e propria guida introduttiva al mondo della divinazione, alle sue peculiarità, alle sue tecniche e ai suoi segreti. Questo volume infatti si basa su uno dei corsi professionali che l’autrice ha tenuto in prima persona e rappresenta così un autorevole manuale di apprendimento.

Chi lo ha pensato e scritto, cioè Madame Sheyla, è una garanzia aggiunta di serietà e affidabilità: parliamo infatti di un nome che è diventato punto di riferimento per chi utilizza le sibille, carte prestigiose che affondano le proprie radici nel XIX e che sono diventate via via sempre più utilizzate anche al giorno d’oggi.

Il grande libro dei tarocchi di Roberto La Paglia

Per chi vuole rimanere in terra italica esiste “Il grande libro dei tarocchi”, una sorta di Bibbia del settore che con le sue 348 pagine costituisce a tutti gli effetti un pilastro della letteratura a tema. In questo manuale, Roberto La Paglia ha voluto spiegare innanzitutto la storia dei tarocchi, nonché il simbolismo degli Arcani Minori e Maggiori e i vari metodi di interpretazione che possono essere presi in considerazione.

Questo libro è consigliato a chiunque voglia capirne di più, e magari anche cominciare ad usare i tarocchi in autonomia, perché passando dalla teoria alla pratica in maniera assolutamente coerente e logica permette di costruire quel sapere a 360 gradi che il lettore desidera certamente acquisire. Ecco allora che La Paglia, nel suo scritto, aiuta il lettore ad utilizzare le carte per comprendere il passato e presagire il futuro, e lo aiuta altresì a scoprire il significato più profondo dei tarocchi, sia da un punto di vista esoterico che da un punto di vista psicologico.

Ottima infine la guida alle varie tecniche tramite le quali si può interrogare il mazzo, che vanno dal Grande Gioco al Ventaglio fino alla Croce Celtica. Chi ha letto “Il grande libro dei tarocchi” ha paragonato questa sua lettura ad una “ricerca affascinante”. Viene definito dai lettori “un libro veramente completo e prezioso”, capace di diventare “un prezioso alleato” anche per chi pratica già la divinazione. Altri ritengono lo scritto di La Paglia “uno dei libri più completi e interessanti che ci siano sull’argomento, forte di uno stile semplice e di facile comprensione”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi